Razza migrante

Maz Project ha pubblicato la versione 1.0 dell’e-book Razza migrante (liberamente scaricabile dal link precedente); all’interno c’è anche un mio racconto intitolato Ad Evanston. Non è un racconto nuovo, l’avevo scritto già nel 2011, all’indomani dei riot francesi e inglesi, ma è molto adatto al tema del libro che, come annunciato dal titolo, sono le migrazioni. Buona lettura.

Io e il ‘viaggio’

Oggi ho finito di leggere Un viaggio che non promettiamo breve. Essendo stato un pre-lettore del libro ne avevo già parlato qui e, anche se in modo più particolare, anche qui. Fa un effetto strano leggere un libro di cui sei coprotagonista, non solo quando è proprio la tua voce a parlare dalle pagine, ma anche quando semplicemente viene raccontato … Continue reading

Un viaggio che non promettiamo breve

Oggi (11° anniversario della battaglia del seghino) esce in libreria “Un viaggio che non promettiamo breve – 25 anni di lotte notav”, nel consigliarlo mi permetto di dare un piccolissimo suggerimento per la sua lettura. Prima di iniziarlo guardate bene la copertina, perchè il lavoro che ZeroCalcare ha fatto riempiendo la X rossa della bandiera notav con le facce di … Continue reading

L’eco di uno sparo

Devo premettere che quando ho deciso di leggere L’eco di uno sparo mi aspettavo di trovarmi di fronte ad una storia completamente diversa: il nome dell’autore, associato a vicende partigiane, mi portava ad ipotizzare una storia del tutto diversa da quella raccontata. Non stavo cercando un libro che illustrasse la vita comune della reggiana degli anni dai ’20 ai ’50 … Continue reading

Stop and go sui generis

Oggi avrei dovuto pubblicare la dodicesima giornata di Rossa come una ciliegia, non l’ho fatto e non proseguirò la pubblicazione ‘in diretta’ perchè a fine febbraio/inizio marzo il romanzo uscirà in formato cartaceo per la Habanero edizioni di Genova. Per far conoscere meglio il libro ed informare delle presentazioni che organizzeremo ho aperto un blog dedicato, al momento è quasi … Continue reading

Lieto fine

Avvertenza: questo post contiene spoiler su quasi tutti i romanzi citati Qualche giorno fa ho finito di leggere Le correzioni di Jonathan Franzen (per chi fosse interessato ne ho scritto una breve recensione). Il romanzo mi è piaciuto molto, ma sono rimasto negativamente colpito dal finale (un capitoletto di 10 pagine su 600 del libro), che per introdurre un (moderatamente) … Continue reading

Per il bene di tutti

Borgo è l’incubo del branco, inteso nel senso animale di insieme di individui chiuso, che per proteggersi da qualunque arrivo esterno, ma anche da chi, dall’interno, non accetta le regole dattate dai maschi alfa. Borgo è un paesino di mille abitanti, ma è anche la descrizione di comunità più grandi. Di organizzazioni, aziende, intere nazioni che agiscono nello stesso modo, … Continue reading

Questa non è una canzone d’amore

Scrivo questo post cercando di non raccontare troppo la trama perchè “Questa non è una canzone d’amore” è un bel libro e vorrei invogliarvi a leggerlo, ma in fondo potrei non preoccuparmene più di tanto, perchè in questo libro la trama (che pure c’è, ed è credibile) non è la cosa più importante. Quello per cui vale davvero la pena … Continue reading

I buoni

Beacause in 1985 blind faith in your leaders, or in anything, will keep you killed Bruce Springsteen (introduzione a “War”- Live ’75-’85) Nelle parole di Springsteen c’è la più immediata (parola che per una volta non è sinonimo di banale) delle possibili letture di “I buoni” di Luca Rastello. Intorno al libro è stata costruita una grossa polemica basata sull’ipotesi … Continue reading