Inizia a cartoni

Nel cortile del condominio dove abito ci sono dieci bidoni del progetto ‘Cartesio‘ (sulla scelta dei nomi dei progetti da parte delle cooperative ci vorrebbe non un capitolo , un intero libro a parte). Nei sette anni abbondanti in cui abito in quel palazzo i bidoni sono stati svuotati settimanalmente con buona regolarità, per quanto ricordo sono saltate due, massimo tre settimane, mai consecutive. Dal giorno del ballottaggio che ha spodestato il PD dal governo di Torino (più di tre settimane fa) non c’è stata più nessuna raccolta.
Non ho elementi per dire se sia una pura coincidenza o se la cooperativa arcobaleno (facente parte di quella galassia che in molti hanno creduto di riconoscere nel racconto de ‘I buoni‘) non si sia accorta del cambio di sindaco e continui ad operare per lui, sta di fatto che i rifiuti si accumulano, e da quando hanno iniziato a debordare dai bidoni sono diventati un’attrattiva irresistibile per i bambini che li spargono un po’ ovunque, spesso dopo averli ridotti in pezzi difficili da raccogliere.
Insomma, almeno nel mio cortile il dopo Fassino è iniziato a cartoni.