“Selma” e le distanze

Ieri ho visto “Selma – la strda per la libertà“, film evitabile, ma in cui un paio di dettagli mi hanno colpito per la distanza che segnano fra la reltà presente e l’immaginario del film (Che non so dire se corrisponda o meno alla reltà dei fatti narrati). Il primo è numerico: nel film al primo tentativo di marcia Selma … Continue reading

Potenza della tecnologia

Ieri stavo dando una mano per la realizzazione di un film alla ex Diatto (se non sapete cos’è guardate qui, e in generale tutto il blog). L’attività si svolgeva in due parti. Nella prima la regista scriveva sui muri con un gessetto (in modo che si cancelli da solo nel giro di qualche settimana) dei testi, nella seconda li filmava. … Continue reading

Diaz for dummies

Ieri sera sono andato a vedere “Diaz – don’t clean up this blood”. Prima di vederlo ne avevo lette parecchie recensioni, da quelle postive come questa del collettivo militant, a quelle negative come questa di Enrico Zucca e Lorenzo Guadagnucci (che, per chi non lo sapesse, è uno dei personaggi del film, con nome modificato, come tutti). Stamattina poi ne … Continue reading

Le idi di marzo

Venerdì sera sono andato a vedere il nuovo film di George Clooney. L’ho trovato bello, e durissimo. Credo sia, tra tutti gli ‘oggetti di comunicazione’ con diffusione paragonabile, la più dura critica del mondo politico che abbia visto (ma anche del mondo della finanza, visto Clooney stesso ha detto “Avrei potuto ambientarlo anche a Wall Street”). I discorsi fortissimi del … Continue reading

Melancholia

Sabato sera sono andato a vedere questo film. Come d’abitudine di Von Trier un film molto lento ma che descrive in modo estremamente preciso e dettagliato i suoi personaggi, in questo caso due sorelle, e le loro reazioni emotive a quel che gli accade. Solo che in questo caso quello che gli accade è senza senso, non perchè non possa … Continue reading