Ospiti a casa loro

“L’ospite puo’ benissimo stare a casa sua” dice @Empolitica in uno dei tweet di questa surreale discussione. Per quanto assurdo possa sembrare non sono in pochi a condividere un pensiero simile, provo quindi a spiegare perchè è sbagliato. Il punto chiave è questo: “puo’ benissimo stare a casa sua”. Può stare a casa sua, dove noi* (o i nostri alleati) … Continue reading

Migranti e figli

Stamattina dal balcone ho visto il mio vicino Constantin che usciva per andare a sostenere il secondo scritto del suo esame di maturità, gli ho augurato in bocca al lupo e lui ha risposto il ‘crepi’ di rito. Constantin è moldavo, vive a Torino da cinque anni, da quando i suoi genitori, dopo sei anni di vita e lavoro in … Continue reading

Ad Evanston

L’altra sera, dopo lunga gestazione, ho finalmente messo online un racconto che si intitola “Ad Evanston” (che trovate qui), su questo racconto ho lavorato a lungo, avendolo iniziato quest’estate. Quando l’ho iniziato credevo di parlare di un futuro prossimo, ma in termini di qualche anno, dopo gli eventi degli ultimi giorni mi viene però un dubbio: siamo già ad Evanston?

Come si smonta la bestia?

Un post così non so da che parte cominciarlo, perchè un conto è sapere che la bestia si sta risvegliando, un’altro è vederla azzannare. E sabato sera a Torino ha azzannato duro (vedi qui).M,a dato che la bestia è così pericolosa, per quanto ci ripugni, non ci si può permettere di non guardarla bene, di non studiarla in ogni dettaglio … Continue reading