Irrevocabile

Così Mario Draghi ha definito qualche giorno fa la scelta di aderire all’euro. Io l’ho trovata una dichiarazione particolarmente significativa proprio per la scelta del termine. Irrevocabile. Credo sia chiaro a tutti che la scelta di una moneta non può esserlo, e che se qualcuno è stato così boriosamente idiota da scriverlo in un trattato (o da firmarlo) non per … Continue reading

Etica e giurisprudenza

Sulle pagine di questo blog ho argomentato spesso contro la tendenza, sempre più in voga, a far coincidere etica e legalità, torno oggi sull’argomento per riportare un’argomentazione a sostegno della mia tesi fornitami da una fonte da cui non mi sarei mai aspettato un aiuto in tal senso: un giudice. Sabato scorso ero nell’aula 59 de tribunale di Torino per … Continue reading

Utile

Per una volta devo ammetterlo, ieri il senatore Stefano Esposito con un suo post ha reso un ottimo servizio alla collettività. Partiamo da un passo indietro, ieri un italiano che combatte con le forze di autodifesa curde in Siria ha postato un

Fassino e TINA

Guardando alle cifre si potrebbe pensare che Torino, tra le grandi città, sia stata l’unica in cui le elezioni per il PD sono andate tutto sommato bene. Certo, dopo due elezioni consecutive in cui eleggevano il sindaco al primo turno questa volta sono rimasti molto lontani da questo obiettivo ottenendo il 42% di voti e perdendo quasi il 15% dalle … Continue reading

#TifiamoScaramouche per la bonifica, ovvero Comune (di Torino), comunicazione e amianto

Circa sei mesi fa avevo scritto questo breve post per parlare del comportamento del comune di Torino relativamente alla bonifica di un edificio vuoto contente amianto, oggi pubblico un piccolo aggiornamento perchè mi sembra si sia evidenziata una ulteriore scelta di priorità da parte del comune. In sei mesi nessun intervento è stato eseguito sullo stabile che nel frattempo, lasciato … Continue reading

Le dimissioni

Un breve racconto, suggerito dalla recente approvazione dell’”Italicum” La segretaria aprì la porta e l’uomo entrò nello studio salutando con un cenno del capo il collega seduto alla scrivania «Signor presidente.» «Onorevole Rossi, l’aspettavo. Ero curioso di sapere perchè questo appuntamento fosse così urgente.» «Temo di doverle dare un grattacapo, presidente. Sono qui per annunciarle che sono costretto a dare … Continue reading

“Selma” e le distanze

Ieri ho visto “Selma – la strda per la libertà“, film evitabile, ma in cui un paio di dettagli mi hanno colpito per la distanza che segnano fra la reltà presente e l’immaginario del film (Che non so dire se corrisponda o meno alla reltà dei fatti narrati). Il primo è numerico: nel film al primo tentativo di marcia Selma … Continue reading

Il decreto, l’arresto e le dichiarazioni

Metto insieme in un post il decreto ‘antiterrorismo’ (a proposito del quale vedi anche qui), l’arresto di un italo-tunisino, traduttore,anche se su molti giornali lo si definisce ‘autore’, di un manifesto dell’IS (a proposito, a quando l’arresto dei traduttori dei ‘Mein Kampf’? e degli editori?) e le sparate sincronizzate dei ministri Poletti e Giannini. Una forzatura? Credo di no. Quello … Continue reading

Priorità 2

Altro sguardo alle priorità del comune di Torino. Vicino a casa mia c’è un edificio che è stato negli anni prima la scuola elementare Casati, poi il centro sociale Gabrio, e che da circa un anno è vuoto, dopo che il centro sociale si è trasferito per permettere al comune di bonificare gli edifici dall’amianto che contengono. Nonostante la gravità … Continue reading

Rossa come una ciliegia

“Rossa come una ciliegia” è il titolo dell’ultimo romanzo che ho scritto; è un romanzo storico, ambientato nel periodo della guerra franco-prussiana e della Comune di Parigi, ed ho finito di rivederlo e risistemarlo circa un anno fa. Da allora ho cercato di farlo diventare un libro cartaceo, inviandolo a più di trenta editori di varia taglia, ma non sono … Continue reading